Arnika

Proveniente dalle Terre Alte
Sorella di Nonno Giusto, fin da piccola molto più vivace, lo coinvolgeva in giochi e avventure al limite del rischio. Molto unita alla madre la accompagnava nella raccolta di fiori, piante ed erbe che venivano impegnate per uso medico e alimentare.
Tanta era la passione che già da giovane divenne la massima esperta tra le sue genti dell’uso di ogni sorta di specie vegetale per la cura dei malesseri Giaulici. Dopo la perdita del marito Nami Giaulo scomparso durante la traversata del Mare Eterno, dedicò la sua vita al figlio Tono e alle sue genti continuando la sua ricerca sulle piante di questo nuovo mondo, le Terre Alte. Eccentrica nell’abbigliamento veste un cappello che dal medioevo è diventato simbolo degli Uomini di Medicina, inseparabile dal suo mortaio con cui trita e ritrita ogni sorta di essenza per i suoi magici intrugli.

Tutte le notizie su Arnika